City&City Summer Events 2020: Sogno di una notte di mezza estate

City&City Summer Events 2020: Sogno di una notte di mezza estate

Share Button

Jazz, moda, cultura ed enogastronomia. È stato questo il leitmotiv di “City&City Summer Events”, uno degli appuntamenti dell’estate algherese che si è svolto  il 26, 27 luglio e il 12 settembre nella suggestiva cornice del Complesso nuragico di Palmavera.

Un grande evento che ha voluto sancire una ripartenza dopo l’epidemia di Covid 19, tre serate per rivivere gli spazi e l’estate, rispettando naturalmente tutte le norme per il contenimento dell’epidemia.

 

 

Organizzato nell’ambito del progetto “Salude&Trigu” dall’Associazione Culturale e dal Magazine “City&City”, in collaborazione con la Camera di Commercio di Sassari, Il Ministero dei Beni Culturali, il Comune di Alghero, la Fondazione Alghero e Cooperativa S.I.L.T., la tre giorni ha avuto l’obiettivo di valorizzare le risorse del territorio, le aziende produttrici locali e il patrimonio culturale sardo.

Gli sponsor dell’evento:

Angelo Maggi, Cantina Sorso Sennori, Acqua San Martino, Covo del Conte, Design Apartments Sassari, Boutique Apartments Collection, Hilabela Alghero, AZ Assicurazioni del Dottor Antonello Zizi, Grimaldi Lines, myCiTY, Paolo Sanna Studio, Web Solutions Siti web e Internet marketing in Sardegna, Canale 12, Ristorante “Da vito”, Vito Senes, Piscine Arcobaleno, Autofficina Solinas, Eredi Marceddu Constantino, Siennas, MeetStudio, Giesse Stampa, Andrea Saba Architetto, Profumo di Sardegna, HOTEL EDERA Belvì.

 

Il programma

Domenica 26 luglio: lo spettacolo della moda all’ombra del Palmavera

Domenica 26 la regina della serata è stata la Moda.
Una serata magica e di grande impatto nella location complesso nuragico di Palmavera che ha visto protagoniste quattro maison di moda sarde e 15 modelle. La serata, presentata da Claudia Licheri con la fotografia di Mariano Marcetti, è stata arricchita dalle voci delle due ospiti d’eccezione, la cantante folk Maria Giovanna Cherchi e Alessia Maddalena Demuru, e dalla presenza di un ospite d’onore, tra il pubblico, il tenore Francesco Demuro.

 

Le maison di moda che hanno partecipato alla sfilata sono:

HILABELA è il marchio dello stilista Tore Oppes, l’arte che si indossa.
I suoi abiti hanno l’inconfondibile impriting del pittore Angelo Maggi.
Le opere dell’artista sassarese si riconoscono per le atmosfere e i personaggi femminili sognanti, dagli sguardi magnetici. Le idee sartoriali e la pittura si fondono in un unico progetto. Ogni quadro dà vita ad una collezione di pezzi unici; abiti e accessori diversi tra loro per modello uniti dai colori e dalla suggestione dello stesso dipinto.

La passione di Sara Ruiu per la sartoria nasce una volta finiti gli studi, soprattutto l’amore per gli abiti eleganti e di gran classe che le viene trasmesso dalla sua famiglia. Consegue il diploma di “Stilista di Moda” a Milano , si specializza nell’alta moda e a giugno del 2019 arriva tra i finalisti del concorso Moda Movie presso Cosenza.A febbraio di quest’ anno ha presentato la sua collezione alla fashion week di Milano.

Arriva da Lanusei, si chiama Marco Marongiu e per l’occasione punta tutto sull’intramontabile raffinatezza del velluto nero. La magia di questo tessuto, che trasmette al contempo potenza, stile e passionalità è il punto di forza della sua collezione.

Giovanna Frisciano studia nella moda da quando aveva 15 anni. La sua voglia di raccontare e di non accontentarsi diventa, col tempo, sempre più prepotente fin quando, nel 2018, pur avendo un posto fisso da dipendente, decide di lasciar tutto e ripartire da zero dando vita al brand FRISCIANO. Viene premiata come talento emergente in svariati concorsi nazionali e la sua voglia di libertà e la convinzione che nella vita nulla è impossibile danno il via ad un progetto ambizioso, quello di creare un capo multiforme, dotato di mille personalità e conformazioni infinite.

 

 

 

Il 27 luglio la serata dedicata alla cultura  e alla storia della civiltà nuragica

Palmavera e la Sardegna dei nuraghi
Protagonista della seconda serata del City&City Summer Events è stata la cultura. Gli archeologi Gabriella Gasperetti, Anna Depalmas, Luca Doro, Mario Paddeu, Giovanna Fundoni, Claudio Bulla ci hanno condotto in un affascinante viaggio nella storia della civiltà nuragica e in particolare del complesso di Palmavera.

L’intermezzo musicale è stato affidato al violinista Peppino Anfossi e all’interprete Rita Casiddu.

Durante la serata è stato possibile degustare la birra artigianale del birrificio ISOLA di Thiesi.

 

Il 12 settembre protagonista la musica Jazz

Mariano Tedde al piano, Nicola Muresu al contrabbasso e Massimo Russino alla batteria, ovvero i TimePiece Trio hanno deliziato il pubblico del Palmavera con due ore di jazz con il loro repertorio che attinge dall’American Songbook fino a sfociare in composizioni originali ispirate al genere nel periodo di riferimento compreso tra gli anni 30 e gli anni 50 con brani di George Gershwin, Rodgers & Hart, Cole Porter, Duke Ellington e molti altri.

 

Foto concesse da Sardegna Country di Antonio Casu

 

Rassegna Stampa

Ecco alcuni articoli e servizi dedicati al City&City Sardinia Summer Events

 

 

 

Buongiorno Alghero
https://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/21/166167/la-tre-giorni-di-citycity-jazz-moda-cultura-ed-enogastronomia

Tiscali
https://spettacoli.tiscali.it/cultura/articoli/12-settembre-terzo-appuntamento-del-CityCity/?fbclid=IwAR2fxRURDdFK7sObsgN8Af4ZkbSM-m1uuTMzbwFK7OB5rbsCwMDBGWRh8Dg

L’Unione Sarda
https://www.unionesarda.it/articolo/cultura/2020/07/18/tre-giornate-di-eventi-nel-complesso-nuragico-di-palmavera-8-1040778.html

 

 

L’estate sta passando ma noi non ci siamo svegliati, il sogno di una notte di mezza estate continua nel 2021.

 

 

Show Buttons
Hide Buttons
error: