JINGLE BELL

JINGLE BELL

Share Button

Ok il play è giusto: il Banco vince in coppa

 L’avvicinarsi dele feste natalizie porta buoni auspici al Banco di Sardegna di Federico pasquini: si brinda anche nella coppa europea, in una volata casalinga ansimante contro i modesti magiari dello Szolnoki.

Il primo effetto tangibile del restyling di Stefano Sardara al roster sassarese è il contributo del nuovo play americano.
Non sarà un fenomeno di regia adamantina e classe superiore – come è stato il divino Travis Diner – ma questo David Bell ci sa fare. E’ più ordinato e meno accentratore del buon Darius Johnson Odom, che molte voci segnalano prossimo alla partenza dai lidi sardi.
Bell tira dalla distanza con chirurgica freddezza, fa i punti che servono ed alimenta con sagacia la trazione anteriore, in una serata che restituisce i veri De Vecchi e Sacchetti, ritrova lo spumeggiante Lacey pesarese e mostra il solito regolare Stipcevic, con l’onesto apporto di Lydeka nell’area piccola.
[15/12/16, 14:59:17] Web solutions Media design Agency: Di contro manca all’appello Savanovic, pigro ed avulso dal gioco del Banco, che vede ancora un Carter deludente ed il solito pallido Olaseni: urge il rientro del solido Lawal, per i prossimi impegni della Dinamo protesa a difendere con le unghie i play-off finali.
Nelle file degli ungheresi bravi Wittmann e Pavlicevic, deludente Kinney ed altalenante Borisov con un buon Wright in attacco, in una partita che ha visto il Banco scegliere bene i tiri da lontano e pericolosamente latitare nell’area piccola, secondo una cronica tendenza di questa stagione italiana ed europea.

L’allungo decisivo è stato nel terzo quarto, dove un devastante parziale e l’asfissiante difesa dei pretoriani Brian e Jack ha favorito il risultato finale, pericolosament emesso in discussione per un black-out mentale troppo spesso ripetuto.

Il Banco di Sardegna ha già gettato alle ortiche diverse partite per questo calo di concentrazione, ed è il caso di lavorare duramente sulla tensione nervosa degli atleti di casa, per non incorrere in un altro amaro finale di campionato.
L’arrivo di Lawal, il recupero del vero Savanovic ed i confortanti progressi di Lacey ci parlano di una Dinamo in ripresa, che nelle prossime partite sotto l’albero natalizio deve confermare la buona inerzia di questa doppia vittoria consecutiva, utile ad archiviare un funereo novembre.

Alberto Cocco

 

Dinamo Sassari 97  – Szolnoki Olaj 88

Parziali: 27-27; 24-22; 25-15; 21-24.

Progressivi: 27-27; 51-49; 76-64; 97-88.

Dinamo Sassari. Bell 31, Lacey 18, Devecchi 8, D’Ercole 3, Sacchetti 7, Lydeka 6, Savanovic 3, Carter 3, Stipcevic 10, Olaseni 8, Ebeling, Monaldi . All. Federico Pasquini.

Szolnoki. Kinney14, Wight 9, Hajdu, Eilingsfield 8, Wittmann 14, Vojvoda, Toth 2, Borisov 14, Popovic 10, Pavlicevic 17. All. Stojan Ivkovic.

Foto: Ufficio Stampa Dinamo Basket

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons