QUARTIERI ALTI

Share Button

La vittoria su Reggio restituisce Sassari all’alta classifica
Quinta vittoria consecutiva in campionato, i giganti si accomodano al quarto posto

 

Foto: Ufficio Stampa Dinamo Basket

 

E’ stata la vittoria che voleva la gente.
La rivalità con Reggio Emilia, dai tempi del meraviglioso triplete di Meo Sacchetti, è sempre particolarmente sentita.
La serie di vittorie del Banco di Sardegna chiedeva una vigorosa conferma in un match delicato, ed il Palaserradimigni saluta ancora la vittoria.
Si chiedeva un avallo al nuovo volto della squadra, che ha innestato play e centro puri sul telaio : adesso è tutto chiaro.

La Dinamo è squadra vera e di alto rango, non da scudetto magari. Ma è lecito attendersi una semifinale di play-off, con questa compattezza e questo omogeneo senso di compiutezza tattica. Molte buone notizie, anche ieri sera, contornano i numeri della sfida contro gli emiliani privi di Gentile e del cecchino Aradori.

Ieri Della Valle è stato terrificante dalla distanza, sorretto da un buon Needham e da un Cervi assolutamente all’altezza. Di contro, Polonara è stato avulso dal clima della partita, Reynolds ha pagato il salto di categoria ed il grande Kaukenas sente il peso degli anni. Cinque uomini in doppia cifra, nel Banco di ieri. Bell ha fatto il suo, Lacey sembra quello di Pesaro, Savanovic è un professore di grande tecnica, Lawal è il lungo che serviva alla squadra, che ha ormai tagliato il buon Johnson Odom e l’evanescente Olaseni.

Stipcevic non ha offerto il solo carniere, ma ha dato assist e si è reso utile, chiudendo in crescendo. La Dinamo c’è, ed è ora quarta. Il bello deve ancora arrivare.

In particolare, appare evidente la chiarezza delle idee di Pasquini, che ora gestisce bene le partite malauguratamente gettate al vento nella maledetta fase ascendente della regular season.

Adesso l’asse play-centro offre il pick & roll ed una difesa vera, che recupera palla e mette pressione. Se proprio bisogna trovare le pulci a questo Banco prepotentemente tornato alla ribalta, servono ancora tre cose: un apporto più consistente di Lydeka, un De Vecchi ritrovato ai fasti degli anni ruggenti ed il Carter vero, che sassari sogna di riavere all’improvviso nella griglia dei play-off.

Il Commando festeggia 15 anni di attività. Foto: City&City

Allora ci divertiamo davvero.

Dinamo Sassari  82 –  Pallacanestro Reggiana 72

Parziali: 18-17; 16-25; 27-16; 21-14.

Progressivi: 18-17; 34-42; 61-58; 82-72.

Dinamo Sassari. Bell 12, Lacey 16, Devecchi, D’Ercole 3, Sacchetti 5,
Lydeka 6, Savanovic 13, Carter 3, Stipcevic 11, Lawal 13, Ebeling, Monaldi.

All. Federico Pasquini.

Grissin Bon. Needham 11, Polonara 7, Raynolds 4, Della Valle 22, De
Nicolao 5, Bonacini, Strautins, Kaukenas 6, Cervi 15, Lesic 2.

All. Massimiliano Menetti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pin It

Lascia un commento