Riscatto Dinamo

Riscatto Dinamo

Share Button

caserta-dinamo-2015-11

A Caserta i campioni d’Italia vincono e convincono

Il campionato restituisce serenità e fiducia al Banco di Sardegna, che vince largamente a caserta con una condotta di gara accorta, buone scelte di tiro ed una circolazione di palla che sembra il nuovo credo del gioco di Calvani, più tattico e meno spettacolare della cestistica filosofiadi Meo Sacchetti.

Ora la Dinamo è sulla scia delle battistrada ed ipoteca l’accesso alla Final Eight di quella Coppa Italia da detentrice, che è uno dei tre trofei ritirati in pochi mesi di una stagione semplicemente stratosferica.

Ma l’inadeguatezza in Eurolega – che è una competizione troppo ardua per l’attuale livello della nostra pallacanestro – non deve ingannare sulle ambizioni italiane di Logan e compagni.

Nei playoff la squadra potrebbe dire la sua, con il recupero del vero grande David, un buon Haynes che si conferma modesto play e buona guardia ed in attesa di uno Stipcevic degno del suo valore.

Per il resto ancora risposte negative da Varnado ed Eyenga, mentre impressionano i dieci rimbalzi catturati da Brian sacchetti ed il buon lavoro da post basso di Alexander, ancora una volta sacrificato nel suo talento offensivo alla pochezza del reparto di centri sassaresi.

Petway e Marconato in Club House nel ruolo di anfitrioni e testimonials la dice lunga sulle discutibili scelte di Pasquini, che ora chiedono un intervento correttivo dopo le vacanze natalizie per restituire al Banco la sua dimensione di primattrice con scudetto e coccarda tricolori in bella evidenza sulla propria maglia.

Questa vittoria è un buon viatico in un momento del calendario che chiede uno sforzo supplementare a De Vecchi e soci per non distaccarsi dalla vetta.

Tra gli uomini allenati da un grande giocatore del passato come Dell’Agnello solo Downs ed Hunt emergono dalla mediocrità.

Eppure sono due punti che contano e fanno preziosa legna nella cascina di questo gruppo ancora scosso dal cambio di panchina e dalle polemiche di un ambiente troppo rapidamente inebriato dai trionfi e forse chiamato ad un maggiore equilibrio in queste delicate settimane di convalescenza.

Pasta Reggia Caserta 70Dinamo Banco di Sardegna 86

Parziali: 11-19; 19-27; 20-23; 20-17.

Progressivi: 11-19; 30-46; 50-69; 70-86.

Juve Caserta- Downs 22, Hunt 16, Cinciarini 2, Adegboye, Amoroso, Jones 14, Gaddefors 7, Ghiacci, Giuri 9, Ingrosso. All. Sandro Dell’Agnello.

Dinamo Sassari – Haynes 20, Logan 23, Formenti 4, Devecchi, Pellegrino, Alexander 7, D’Ercole 3, Sacchetti 8, Stipcevic 7, Eyenga 9, Varnado 5. All. Marco Calvani.

Arbitri: i signori Begnis, Filippini e Bartoli.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons
error: