NESSUN PERICOLO PER IL PC

NESSUN PERICOLO PER IL PC

Share Button

logo-millenniumSicurezza informatica: alcune regole basilari per dormire sogni  (quasi) tranquilli

La sicurezza informatica è il ramo dell’informatica che analizza le vulnerabilità, il rischio di minaccia e la protezione dei dati.
Ogni possessore di un computer, smartphone o tablet – e qualsiasi aggeggio che si colleghi ad internet – ai giorni nostri non può essere a digiuno delle regole essenziali. La protezione dei dati personali è assolutamente indispensabile.
L’obiezione più frequente ed incauta è quella di non avere nulla  da nascondere.
Ma questa affermazione è incauta e velleitaria.
Vi sentite al sicuro ?
Un maleintenzionato  potrebbe rubare dalla Rete le foto di un vostro caro, in assenza di un’adeguata protezione del computer.
I vostri numeri di telefono, ad esempio, sarebbero alla portata di tutti.
I vostri segreti conti bancari e domestici potrebbero diventare pubblici.
Le immagini piccanti della vostra fidanzata – riservate ad una libera e discreta privacy – sarebbero esposte alla morbosa curiosità della gente.
Non vi vogliamo spaventare. O forse, sì.
Tutti i possessori di un dispositivo elettronico devono essere consapevole dei rischi.
I dispositivi richiedono una protezione certa e professionale.
E’ abitudine diffusa sbracarsi davanti al computer, cliccare sul banner senza meta e cercare di trovare un buon film in streaming.
Quasi sempre il browser non è aggiornato.
Il sistema operativo è pirata. E gli aggiornamenti si scoprono disabilitati.
La vostra password – ripetuta frequentemente – è in grave pericolo. La pigrizia ci induce ad usare il nome di battesimo ed una cifra facile da ricordare. Ma il gioco è estremamente pericoloso. Un giorno potreste trovarvi negli uffici della vostra banca.
E chiedere conto dei vostri tremila dollari spesi da un oscuro truffatore del Guatemala a vostra insaputa, grazie al facile accesso informatico senza protezioni. Come fare?
Non esistono rimedi universali.
Ma cominciamo dal primo decalogo di sopravvivenza.

city-city-informatica-sassari

1) Usate un sistema operativo originale ( sarebbe meglio liberarsi del cd masterizzato di Windows  Ultimate Enterprise,  scaricato dai torrent).
E fate gli aggiornamenti, anche di Office e soprattutto Java. Usate  un browser moderno (Firefox, Chrome, Safari).
Attivate il blocco dei pop-up. Eseguite regolarmente gli aggiornamenti.

2) I  browser moderni sono gratuiti, funzionano bene e sono graficamente piacevoli.

3) Usate differenti password per i vari momenti della vostra vita.
La prima è per la casella di posta. Un’altra è per la banca. La terza è dedicata a Facebook.
E’ certamente faticoso il   ricorso a tante password, che richiedono memoria e meticolosa custodia dei dati in un foglietto.
Ma è un sistema di salvaguardia indispensabile.
Il male intenzionato – che dovesse trovare la vostra jolly-password – avrebbe libero ingresso in mille funzioni della vostra vita. Un buon sistema per ricordare le password è quello di combinarle. Caratteri aggiuntivi, con punti e numeri.
Prima o dopo.  O meglio: prima e dopo.

4) Usare un antivirus ed AGGIORNARLO!
Quelli gratuiti possono fare al vostro caso. Ma se la disponibilità economica vi consente un intervento più accurato,  affidatevi alle classifiche online. I migliori esperti del settore provano costantemente  questo genere di prodotti, ed assegnano un punteggio. Poche decine di euro vi assicurano un prodotto di sicura affidabilità.

5) Usate un Firewall.
Anche quello nativo di Windows è adeguato: è poco invadente e funziona bene. Il Firewall non è solo il guardiano contro le subdole mire di qualcuno intorno ai vostri computer.  Nei tempi attuali è importante non fare uscire i nostri dati. Ci sono delle forme di infezioni altamente pericolose: ad esempio, il Virus Trojan ed altri simili. La via libera nel nostro computer agevola il furto delle informazioni, la registrazione delle nostre password e l’invio a server remoti (al loro padrone).
Il nostro Firewall correttamente configurato riceverebbe invece la notifica di connessione verso un indirizzo, grazie ad programma del nostro computer. Ed il pericolo invisibile sarebbe bloccato in tempo.

6) Diffidate da e-mail
messaggi di Facebook e Tweet insoliti o troppo corti. Attenti anche a quelli che presentano un link a qualche sito. Diffidate di quelli che presentano  allegati: in particolare  .zip o .exe, anche se apparentemente inviati da un vostro amico.  Gli account di posta e dei social network sono quotidianamente aggrediti dagli hackers. Ed in Rete non esiste la certezza di un’identità.

7) Non pensiate di essere immuni con un sistema operativo Apple.
Anche i più recenti Osx o IOS dei nostri amati I -phone sono vulnerabili.
Lentamente  – ma inesorabilmente – arrivano anche per loro le prime rogne, qualche anno dopo Windows.  Per fortuna Osx è un ottimo sistema operativo, costruito su solide basi. Bisogna davvero essere molto distratti per inciampare su un virus o un Trojan.

8) Questo avvertimento dovrebbe risultare inutile:
è vivamente consigliato fare i backup dei vostri dati ! Un hard-disk si può rompere anche dopo un mese di utilizzo.
Tutto il vostro lavoro andrebbe irrimediabilmente perduto. Un virus potrebbe prendere il controllo del vostro computer. Vi impedirebbe di riavviarlo. E nella peggiore delle ipotesi, potrebbe infettare tutti i vostri programmi e cancellare i vostri ricordi. Qualora abbiate avuto l’accortezza di seguire questo consiglio , un buon backup vi permette di cancellare tutto e reinstallare il vostro sistema operativo preferito. In questo modo sarete nuovamente operativi in tempi ragionevoli. Ci sono un infinità di soluzioni di backup: le vedremo nei prossimi articoli in modo molto dettagliato.

9) Usate la criptazione!
Nei computer Apple è nativa. Nei computer Windows è facilmente integrabile. Vi consiglio di usare Truecrypt per Windows,  anche se intendete condividere i file criptati tra diversi sistemi operativi.  Se usate esclusivamente sistemi Apple potete agevolmente ricorrere a  Faulvault (nativo nel sistema operativo) per criptare l’intero disco rigido. Oppure l’Utility Disco, per creare piccole o grandi immagini .dmg criptate. Quando criptate ricordatevi di usare una password valida: niente nomi figli, mogli, santi.

10) Last but not least:  il buon senso. Ci vuole attenzione nella gestione della sicurezza informatica del vostro pc.

 

Andrea Loi 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons