Nastri d’argento: in corsa Bonifacio Angius e Benito Urgu

Share Button

Il regista sassarese entra nella cinquina per il migliore soggetto con “Ovunque proteggimi”. L’attore concorrerà invece per il premio per il miglior attore non protagonista per il suo ruolo nel film “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca

 

I Nastri d’Argento, i premi che ogni anno vengono assegnati dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani, quest’anno parla sardo con la presenza del regista Bonifacio Angius e dell’interprete Benito Urgu.

Il film  “Ovunque Proteggimi” del regista sassarese è rientrato nella cinquina di opere che concorrono al premio per il migliore soggetto insieme a “Il grande spirito” di Sergio Rubini, “Non ci resta che il crimine” di Massimiliano Bruno, “Tito e gli alieni” di Paola Randi e “La prima pietra” di Rolando Ravello

Benito Urgu è candidato invece al premio come Migliore attore non protagonista per il suo ruolo nel film  “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca. Insieme a lui nella cinquina Luigi Lo Cascio, Stefano Accorsi,  Edoardo Pesce, Alessio Lapice e Fabrizio Ferracane.

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons