Mal di montagna

Mal di montagna

Share Button

dinamo-trento-2014-5

Inatteso passo falso casalingo contro la sorprendente matricola Dolomiti

Questa non ci voleva davvero. Adesso il Banco di Sardegna rotola al quarto posto, scavalcata da Reggio Emilia che la attende minacciosa nel prossimo turno di campionato.

Venezia allunga dietro la Milano sovrana ed inattaccabile. Questo scivolone tradisce il nuovo appannamento fisico e mentale degli uomini di sacchetti, che hanno ceduto nel finale dopo una splendida rimonta.

E’ mancata la lucidità nei momenti decisivi, il killer istinct del Palaserradimigni ha latitato per l’intero primo tempo, dominato dalle triple terrificanti del fortissimo Mitchell, dal gran lavoro di pascolo ai tabelloni ed al corredo fattivo di Grant ed Owens.

Della Dinamo odierna poco da salvare e grande delusione fra gli spalti: Trento si conferma la bestia nera del Banco.

Logan non ha demeritato affatto con 23 punti e buone cose. Anche Dyson ha fatto la sua parte, mentre nelle rotazioni dei lunghi Kadji ha fatto un po’ meglio di un Lawal ormai a corto di benzina dopo una stagione ad alti livelli. Anche l’apporto di altri elementi chiave e della panchina non è stato all’altezza delle aspettative. Ora Reggio Emilia è il crocevia della griglia dei play-off. La terza sconfitta consecutiva metterebbe in pericolo persino il quarto posto, che attualmente costringe il Banco ad un durissimo confronto di semifinale con l’Armani.

Dinamo Banco di Sardegna 84 – Dolomiti Energia Trento 92

(12-21, 25-25, 21-23, 26-23)

Dinamo Sassari: Logan 23, Formenti, Sanders 8, Devecchi 6, Lawal 8, Chessa, Dyson 17, Sacchetti, Mbodj 3, Vanuzzo, Brooks 9, Kadji 10. All. Meo Sacchetti.

Aquila Trento: Mitchell 31, Sanders 8, Pascolo 12, Grant 9, Forray 12, Flaccadori 3, Owens 11, Baldi Rossi, Armwood, Spanghero 6. All. Maurizio Buscaglia.

Arbitri: Alessandro Martolini, Michele Rossi e Luca Weidmann.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons