LA SARDEGNA CONQUISTA IL DAVID DI DONATELLO

LA SARDEGNA CONQUISTA IL DAVID DI DONATELLO

Share Button

Mario Piredda vince il premio per il miglior cortometraggio e Gianfranco Cabiddu riceve 9 candidature

 

La locandina del corto “A casa Mia”, di Mario Piredda (2017)

 

Quest’anno l’Accademia del Cinema Italiano premi David di Donatello ha riconosciuto i talenti della Sardegna.

Il regista Mario Piredda si è aggiudicato l’ambito premio per il Miglior Cortometraggio, A casa mia“, un omaggio verso la Sardegna, la sua cultura, le sue tradizioni e la sua bellezza.

Come riportato da Repubblica, la giuria ha deciso di assegnare il David di Donatello a Piredda per «il severo rigore nelle scelte di regia e sceneggiatura. Una storia non banale che racconta della ricerca di felicità e di un sentimento di speranza destinato ad alimentarsi nel tempo, nonostante le circostanze avverse. Quasi una metafora delle ambizioni del miglior cinema italiano».

Il corto verrà proiettato a Bologna il 2 marzo, durante il festival della Cineteca Visioni Italiane, al Lumière dal 27 febbraio al 5 marzo.

Un’altra opera ha attirato le attenzioni della giuria, “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu, che ha ricevuto ben nove candidature: miglior sceneggiatura (Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti, Salvatore De Mola), miglior attore protagonista (Sergio Rubini), miglior attore non protagonista (Ennio Fantastichini), musiche (Franco Piersanti), scenografia (Livia Borgognoni), costumi (Beatrice Giannini ed Elisabetta Antico), trucco (Silvia Beltrani), montaggio (Alessio Doglione), miglior suono (F. Porcari, F. Ripani, C. SpinelliMarco e Massimo Marinelli).

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons