La “rigenerazione” del vecchio Mercato civico di Sassari: diventerà un Civic Center

La “rigenerazione” del vecchio Mercato civico di Sassari: diventerà un Civic Center

Share Button

di Debora Serrau
© riproduzione riservata

Il raggruppamento temporaneo di professionisti (RTP) formato da: Arch. Antonio Andrea Delogu, Arch. Andrea Pisanu, Soia S.r.l. e Dedalo Cs, è il vincitore del “concorso di progettazione” indetto dal Comune di Sassari.
Undici i progetti presentati in busta chiusa e totalmente anonimi, esaminati da una commissione ad hoc che ne ha scelto uno:
“Rigenerazione sostenibile del Vecchio Mercato Civico”, considerandolo il migliore.

L’idea nasce ai giovani professionisti architetti, in seguito ad una forte analisi territoriale della città e in particolare del centro storico di Sassari. L’obiettivo principale è quello di “ricucire le disgregazioni tra i rioni prendendo come punto di partenza e di arrivo il Vecchio Mercato Civico, il quale diventa un telaio che possa ricucire i quartieri del centro storico.

Progetto del Civic Center di Sassari

 
Il concept di progetto è ispirato proprio al processo di tessitura in cui la struttura storica assume il ruolo di “telaio” dal quale partono i fili del percorso di “rammendo” di una parte della città tanto attiva quanto complessa, mettendo in comunicazione i due mercati:
“il vecchio e il nuovo”, generando spazi pubblici aperti e chiusi, ricchi di una identità architettonica connessa alla storia delle arti e dei mestieri del popolo sardo.
Il parco della Pensilina Liberty diventa il cuore dell’impianto.
Essa ricopre idealmente il ruolo di spoletta tra i fili d’ordito e “spezza” il sistema costruttivo attuale.
Un “giardino culturale” che sensibilizza la società e la arricchisce di consapevolezza. Il tutto attraverso un percorso naturale tra le varie essenze di rosmarino, lentischio, ginepro, mirto, lavanda e ulivi. Un mix di profumi, suoni e colori caratteristici della identità sarda.
Il gruppo di lavoro RTP ha rivisitato in maniera moderna l’idea del mercato senza impoverire la propria identità.

Il profilo della cinta muraria che identificava il limite dell’edificio verso Viale Umberto, viene sostituito da una facciata continua in vetro, traforata e disegnata come trama sarda e rivestita da una struttura in acciaio Cor-ten microforato.
Il materiale, affermano gli architetti, “è una scelta architettonica e tecnologica di pregio e di alto livello e non necessita di particolari manutenzioni nel tempo.”
Al tramonto il Vecchio Mercato Civico diventa una “Landmark”: la lanterna della città.

Anche Sassari avrà il suo Civic Center, un luogo dove il cittadino potrà trascorrere il proprio tempo in maniera ricreativa.
Sono 5,8 i milioni stanziati per la realizzazione del progetto e tre le fasi della progettazione. In un sistema idilliaco in cui tutto funziona bene, il lavoro potrebbe essere iniziato entro il 2020.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons
error: