La Miss e il Campione

La Miss e il Campione

Share Button

7767-1

Manuela Galistu e Brian Sacchetti, la semplicità di una coppia ideale

Immaginate una coppia perfetta: un campione di basket e una reginetta di bellezza. C’è già abbastanza per costruire la trama di una serie tv. Ma non siamo al ballo di fine anno di un college americano e se avete conosciuto Manuela Galistu e Brian Sacchetti sapete quanto siano lontani da questo stereotipo.

I due ragazzi affrontano giocosamente l’obiettivo del fotografo che li ritrae insieme in questa veste così insolita per entrambi. E in modo altrettanto divertito ci raccontano qualcosa della loro vita insieme.

Come vi siete conosciuti?

Manuela: Ho mandato a Brian una richiesta di amicizia su Facebook perché il suo profilo mi era apparso tra i suggerimenti. Non sapevo ancora che fosse un giocatore della Dinamo. La cosa buffa è che non abbiamo mai chattato. Tempo dopo ci siamo incontrati ad un evento al quale io presenziavo come hostess. Ci siamo guardati ed è stato subito un colpo di fulmine.

Brian: E’ andata esattamente così! Ho accettato la sua richiesta di amicizia su Facebook. Ovviamente ho notato subito quanto fosse carina ma non ho mai pensato di scriverle per conoscerci. Poi invece ci siamo incontrati a questo evento e da lì è iniziato tutto.

Quindi vi piacevate dal primo istante ma non avevate avuto il coraggio di parlarvi?

Brian: Proprio così! Quella fatidica sera uno dei miei compagni mi spingeva ad andare a salutarla ma io non volevo avvicinarmi. Allora è stato lui a chiacchierarci… in inglese!

Manuela: Il mio inglese non è perfetto per cui ho fatto un po’ di fatica. Speravo che Brian mi dicesse qualcosa e sono stata felice quando il giorno dopo finalmente mi ha scritto su Facebook e abbiamo iniziato così a conoscerci.

Non sempre la donna di un atleta di successo ha vita facile. Manuela, hai incontrato qualche problema da questo punto di vista? E se Brian dovesse essere chiamato da un’altra squadra e fosse costretto a trasferirsi, lo seguiresti?

Manuela: Non mi sono mai trovata a disagio eccetto qualche invidia malevola nei primi mesi. Forse alcuni pensavano che la nostra fosse una storia frivola ma sin dal principio è stata una relazione seria. Il tempo ci ha dato ragione. Seguirei certamente Brian! Sto per terminare i miei studi in Giurisprudenza. Voglio essere totalmente indipendente per poter costruire il mio futuro con lui in qualsiasi posto in cui dovessimo andare a vivere. Chiaramente entrambi speriamo di non spostarci e che lui termini la sua carriera nella Dinamo.

Essere il compagno di una Miss così bella è certamente motivo di orgoglio ma può scatenare anche un po’ di gelosia. Sei un uomo geloso, Brian?

Brian: Non sono geloso. E devo dire che Manuela non mi ha mai dato modo di diventarlo. So che è sotto i riflettori ma tra noi c’è estrema fiducia. Sono stato il primo ad essere felice per la sua vittoria a Miss Sardegna. E’ stato solo un po’ difficile per entrambi quando è dovuta partire per la finale di Miss Italia. Siamo stati lontani per venti giorni. Non ci era mai capitato di rimanere divisi per così tanto tempo!

Convivete da quasi tre anni. Quali sono i piccoli difetti che si conoscono dell’altro solamente quando si vive insieme?

7742

Manuela: Brian lascia le scarpe dappertutto! Io sono invece molto ordinata per cui la mattina quando mi sveglio inizia la caccia al tesoro: una scarpa in salone, l’altra in cucina…! E non c’è nemmeno spazio per conservarle tutte! Ha più scarpe di me!

Brian: E’ vero lei più ordinata, ma solo per quello che riguarda le scarpe! Dovrei fare delle foto al nostro bagno, sempre pieno di tutte le sue cose!

Ci raccontate qualcosa che non avete mai detto a nessuno?

Manuela: C’è una specie di maledizione! Ogni volta che Brian parte mi succede di tutto: mi ammalo, mi faccio male, non dormo!

Brian: E’ vero! Una volta, mentre ero in trasferta, le è anche caduta addosso una finestra! E’ incredibile! Ancora mi chiedo come sia stato possibile!

E stasera a casa chi cucina?

Brian: Ovviamente cucino io!

Manuela: È vero, Brian è bravissimo in cucina! Io però amo fare i dolci. E’ una delle cose che più mi rilassano. Abbiamo una perfetta divisione dei compiti.

 

I ragazzi ridono in modo complice nel raccontarci il loro quotidiano. Ridono come solo una coppia rodata e serena può fare.

 

Francesca Arca
© RIPRODUZIONE RISERVATA

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons