La colonna d’Ercole

Share Button

Pag.28-29 - Lorenzo D'Ercole 1La guardia italiana importante rinforzo dei rooster di Sacchetti

 

Lorenzo D’Ercole, classe 1988, è uno dei nuovi acquisti della Dinamo Banco di Sardegna.
Cresciuto nel vivaio della Rb Montecatini, esordisce giovanissimo in serie A. Dopo aver militato nelle maggiori squadre italiane, dal Montepaschi Siena alla Virtus Roma, si trova oggi a difendere i colori bianco-blu della città di Sassari.
Lo abbiamo incontrato per voi all’indomani della sconfitta col Venezia.

L’intervista

Lollo D’Ercole, è difficile commentare una sconfitta ma abbiamo visto dei segnali importanti. Cosa ne pensi?

Abbiamo avuto molti alti e bassi. Per portare a casa una vittoria, soprattutto con una squadra di altissimo livello come Venezia servirebbe una continuità di rendimento su tutti i quaranta minuti. Specialmente in difesa bisogna cercare di essere più concreti su tutto l’arco della partita. Oggi non l’abbiamo fatto e la nostra sconfitta è assolutamente meritata.

Tu sei uno dei nuovi arrivati. Come ti trovi coi tuoi compagni e che approccio hai avuto con Sassari?

Mi trovo molto bene con i compagni. Sono tutti dei bravi ragazzi e degli ottimi professionisti. Per ciò che riguarda il campo siamo una squadra completamente nuova. Abbiamo un grosso potenziale che dobbiamo ancora esprimere compiutamente.

Adesso si va a Malaga, altra competizione, altro impegno gravoso. Ma l’amalgama dà segnali confortanti. Siete comunque una squadra forte.

Sì, sulla carta siamo forti però è vero che siamo all’inizio. È una squadra nuova che ha bisogno di tempo. Questo è fuori discussione. Però ci sono delle cose che vanno migliorate ed è necessario farlo da subito. Il fatto che siamo una squadra che si è formata da poco e che ancora deve raggiungere la giusta chimica tra i giocatori non può e non deve essere una scusante. Anche altre squadre sono nuove, basti pensare a Brindisi. Non ci sono scuse. Siamo tutti giocatori esperti che arrivano da squadre importanti. Bisogna riuscire a mettere a posto le cose da subito.

La matematica non vi condanna. la Top16 in EuroLega sarebbe un traguardo incredibile. Che ne pensi?

Certamente sarebbe un traguardo eccezionale. Tutte le partite sono molto difficili e dobbiamo mantenere la lucidità. Cercheremo di mettere in difficoltà il più possibile i nostri avversari. Vedremo come andrà!

Ico Ribichesu 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pin It

Lascia un commento