La Bastida di Sorres in venti Tweet

Share Button

Il racconto di una disfida antica con il linguaggio del terzo millennio

L’ACCAMPAMENTO

E’ la vera grande novità della Bastida. Una ricostruzione emozionante della vita militare nel Medioevo sardo. L’attesa palpitante della battaglia.

S.PIETRO DI SORRES

La superba Abbazia di età romanica era la Cattedrale dell’antico Giudicato.  Ora ospita un monastero benedettino che domina l’intera vallata.

LA DISFIDA

La rievocazione ricostruisce fedelmente il fallito assalto delle milizie genovesi dei Doria al fortino aragonese nell’agosto del 1334.

IL PANORAMA

A spasso nel tempo. Una vallata maestosa ed incontaminata, regno di silenzio e meditazione, si spalanca davanti ai nostri occhi.

SITI ARCHEOLOGICI

Natura ed archeologia nelle vicinanze. Il maestoso Nuraghe di S. Antine e la necropoli di S. Andrea Priu sono una visita imperdibile.

IL MEILOGU

La “Terra di Mezzo” comprende ventuno comuni. E’ una regione geologicamente molto antica di origine vulcanica e di fertile humus.

BORUTTA

Un piccolo gioiello da scoprire con lentezza e pazienza. Il vero paese sardo con case basse e stradine ed il bell’Oratorio di S. Croce.

TOMI E RARE ERBE

S. Pietro di Sorres è sede di un laboratorio di restauro dei preziosi tomi ed i monaci benedettini preparano portentose erbe curative.

FALCONIERI E RAPACI

I grandi maestri falconieri italiani addestrano curiosi rapaci davanti alla gente. La medioevale arte della caccia tra voli e richiami.

ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE

Poco lontano dal minuscolo abitato è possibile visitare le curiose fornaci di calce, reperto di ottocentesca industria manifatturiera.

GROTTE E PIPISTRELLI

La Grotta di Ulari è un antro di età neolitica. Sono stati ritrovati reperti di selce ed ossidiana ed è dimora di rari pipistrelli.

ATTRAZIONI

Armi e costumi, dame e cavalieri, tende e scudi, spade e cavalli, scale e fortezze. Un’atmosfera eccitante rinnova la nostra storia.

GIOCOLIERE E MANGIAFUOCO

Nella nuova edizione della Bastida un’altra attrazione dell’età delle corti. E’ di scena un abile giocoliere ed audace mangiafuoco.

CURIOSITA’

Nell’accampamento ricostruito si possono ammirare la fucina di un antico fabbro, la bardatura dei cavalli ed una grande catapulta.

IL MERCATINO

L’assistenza turistica ed un piacevole punto di ristoro locale allietano la giornata. Da non perdere il mercatino di prodotti tipici.

IL MUSEO

Ora che è stato rinnovato è ancora più bello. Il Museo della Cattedrale annovera vestigia di varia età, tavole e monete rare d’epoca.

I GRUPPI

La Bastida è uno sfarzoso spettacolo teatrale. I gruppi di rievocazione hanno scenici arredi ed assicurano uno spettacolo memorabile.

I CORI

La liturgia ha le sue regole emozionanti. Vespri gregoriani e cori da camera italiani e tedeschi nel programma dell’Abbazia di Sorres.

CAMPEGGIO

La vacanza in questa oasi di pace e verde è rigenerante. E’ possibile campeggiare nelle aree limitrofe durante le giornate della festa.

ANTAS

Nel piccolissimo paese è nata una rivista di cultura e tradizione, diretta da Pierpaolo Fadda. Si chiama Antas e parlerà della disfida.

COMUNE

La nuova amministrazione scommette sul turismo. L’ospitalità generosa del Meilogu è un altro elemento per vivere un giorno speciale.

Francesca Arca

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons