INCROCI PERICOLOSI

INCROCI PERICOLOSI

Share Button

pistoia-dinamo-2016-17

 La sconfitta di Pistoia potrebbe riservare Milano nei play-off

Non si fa in tempo a festeggiare l’accesso alle prime otto della classificae siamo già con il fiato corto.

La sconfitta in terra toscana – con una sconcertante resa nel secondo tempo dopo un promettente avvio – fa rotolareil Banco di sardegna all’ottavo posto della griglia, a quaranta minuti esatti dalla fine di questa controversa e faticosa regular season.

Gli ultimi scontri dell’ultimo turno leggeranno definitivamente gli accoppiamenti, ma in questo momento sembrano alte le percentuali di scontro con il totem Milano, che vuole assolutamente regalare a Giorgio Armani lo scudetto.

La squadra di Repesa è largamente favorita nella corsa finale, e sarebbe il peggiore avversario possibile per il malcapitato Banco,con l’aggravio di un’eventuale bella a casa di Gentile e compagni.

Pronostico proibitivo, complicato dalla scialba prestazione di ieri.

Nessuno ha convinto pienamente, con un David Logan che ha umanamente rifiatato ed il solo Akognon all’altezza delle aspettative. Anche alexander non ha convinto, e continua il litigio dei vari e spaesati Petway e Varnado con il loro ruolo di presidi dei tabelloni.

La Dinamo è debole sotto, e lo sapevamo da tempo.

Ieri anche Kadji è mancato clamorosamente alle attese.

Solo il bravo e continuo Stipcevic di questo momento ha dato qualche scossa ad un Banco improvvisaente svuotato, che ha subito le triple di Antonutti e Knowles ed il peso offensivo di Kirk.

Un pericoloso passo indietro nella concentrazione, che restituisce le perplessità intorno alla tenuta mentale di questa squadra ondivaga ed incompleta, ora chiamata a difendere dignitosamente lo scudetto cucito sulla propria maglia.

I play off incombono.

L’ultima partita casalinga è proprio il big-matchinterno contro Milano.

Bisogna cercare di vincere ad ogni costo e sottrarsi ad uno scontro con la stessa squadra meneghina o la solida Reggio Emilia, per non uscire insalutati ospiti dopo i primi passi della contesa.

Ma il cammino è delicato. E’ stata un’annata non priva di colpi di scena e dolorose sorprese – l’addio a Meo Sacchetti ed il flop di Tony Mitchell su tutte – e l’estemporaneo ricorso a Federico Pasquini è stato un positivo tampone.

Nelle partite che contano auspichiamo qualche segnale di vita di un reparto lunghi, che solo Alexander ha reso competitivo in certi frangenti.

Non ci illudiamo.

Ma l’incrocio pericoloso con le Scarpette Rosse ai play-off sarebbe un addio annunciato ad una stagione, che rischia di rivelarsi insoddisfacente per i sogni e le ambizioni del popolo presente al palaserradimigni.

Giorgio Tesi Group Pistoia 77: Di Pizzo, Knowles 15, Amato, Mastellari ne, Antonutti 25, Lombardi 6, Filloy 10, Severini ne, Czyz 5, Galli ne, Moore 2, Kirk 14. All. Vincenzo Esposito

Dinamo Banco di Sardegna 68: Petway, Logan 15, Formenti ne, Devecchi 3, Alexander 8, D’Ercole, Marconato ne, Sacchetti 2, Akognon 20, Stipcevic 16, Varnado 4, Kadji. All. Federico Pasquini

CATEGORIES
TAGS
Share This
NEWER POST

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons
error: