GESÙ di CAGLIARI

Share Button

di Laura Fois

Fenomeno social e non solo. Le chiavi del successo di Matteo Siddi? Divertimento e qualità

Più di 90mila mi piace su Facebook e tantissimi seguaci anche su Youtube, un seguito importante per la pagina “Gesù di Cagliari”, da un’idea di Matteo Siddi. L’abbiamo incontrato e innanzitutto gli abbiamo chiesto:

Chi sono i tuoi followers?

Son tantissimi! Sono per la maggior parte persone dall’autoironia spiccata e dallo sconfinato amore per i tratti più veraci della nostra quotidianità.
Cosa pensi dei social networks? Ti senti in un certo senso responsabile (anche se la tua pagina è molto divertente) di quello che dici e scrivi di fronte a un pubblico del genere?
Ti stupirà ma non sono un grande amante dei Social, li trovo freddi e spesso tirano fuori il peggio dalle persone. Io li uso pochissimo e solo a fini artistici, non amo condividere la mia vita in maniera elettronica. Se mi sento responsabile? Totalmente! Passo moltissimo tempo a creare contenuti, analizzarli, renderli politicamente corretti (anzi ineccepibili), perché so che ho in mano un argomento delicato che va trattato con enorme attenzione.

Come è nato il personaggio?

È nato da un gioco. Devi sapere che io sono un cantante di professione e anni fa decisi di partecipare a delle selezioni per Jesus Chirst Superstar. Venni scelto e trai miei amici si diffuse l’appellativo “Gesù” nei miei confronti. Sono sempre stato un giocherellone e un giorno cominciai a creare dei Meme per i miei amici, li trovarono molto divertenti e alla fine… eccomi qui.

Il 2018 che anno sarà per te? Progetti futuri o che potresti anticiparci?

Il 2018 sarà un anno pieno zeppo di impegni, sia musicali sia relativi a Gesù di Cagliari. Porteremo nuovamente in scena “La vera storia di Gesù di Cagliari”, creeremo nuovi contenuti comici e sicuramente faremo uscire qualche novità magari anche musicale! Dipende soprattutto dalle idee che verranno fuori in futuro, perché ormai la mia politica è orientata sulla qualità e non sulla quantità!

Qual è la vera storia di Gesù di Cagliari?

È uno spettacolo teatrale ambientato nel 33 d.c., scritto da me, Roberta Gaviano (Maddalena) e Alessandro Concas (Pietro). Una commedia educatissima basata sull’equivoco, in pratica alcune bugie fanno credere a tutto il mondo (tramite passaparola) che Gesù di Cagliari sia quello di Nazareth, quando ovviamente non è così. Da qui nasce un putiferio esilarante che usa la stessa comicità dei corti adattata al teatro e mantenendo la caratterizzazione dei protagonisti immutata. Il ricordo più bello che ho è relativo all’ultima esibizione, quella del 23 Dicembre al piccolo Auditorium di Cagliari. Il service ha fatto un macello, nulla funzionava come doveva, un vero disastro professionale. Noi (incolpevoli) abbiamo continuato a fare lo spettacolo nonostante la situazione disperata. Quando a fine spettacolo c’è stata una vera e propria ovazione mi sono commosso tantissimo e ho capito che il pubblico aveva apprezzato non solo lo spettacolo ma anche la nostra professionalità nonostante i disagi creati da persone esterne che non hanno svolto al meglio il proprio lavoro.

Andate in pace.

 

Pin It

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.