OTTAVI ALLE PORTE

OTTAVI ALLE PORTE

Share Button

 

La larga vittoria ipoteca il passaggio del turno

 

Ufficio Stampa Dinamo Basket

La Dinamo europea mesta cenerentola non esiste più.

Gli anni di imbarazzante apprendistato sono serviti a costruire una mentalità da coppe continentali, e questo spirito è servito alla franca vittoria al Palaserradimigni nell’incontro di andata utile per l’accesso agli ottavi di finale. La Dinamo vince e convince, sottomettendo i cechi del Nymburk.
I ventidue punti di vantaggio del primo round dovrebbero garantire il controllo nella partita di ritorno, se Pasquini e la sua squadra non ci offriranno un’inattesa imbarcata esterna. In questa partita sono molte le buone indicazioni della squadra.
Il maturo Bell si è rivelato un innesto azzeccatissimo, ed ancora una volta ha dato ordine e fluidità al gioco, con buone percentuali al tiro.
Nella fase offensiva il ritrovato Stipcevic e l’ottimo Lacey di questa sera sono stati i principali artefici di un sostanzioso carniere.
Ma altri interpreti hanno letto bene lo spartito di Pasquini.
L’apporto di Lydeka è stato tangibile, e la grande classe di Savanovic è stata determinante in alcuni momenti della gara. Lawal ha preso rimbalzi ed è stato infallibile nell’area piccola.
In attesa del migliore rendimento degli italiani – non è stata la migliore presenza di Jack De Vecchi, Brian Sacchetti e D’Ercole – si può salutare un Roster, che sta ritrovando la migliore condizione atletica, affila le armi in vista dei play-off e promette buona mentalità nel prosieguo di coppa.
Tra i boemi nessuno ha incantato in particolare.
Wels è stato all’altezza di Saint-Roos. Welsch e Simpson sono sembrati i migliori di una dura sconfitta, che sottolinea le scialbe prove di Allen e Lawrence.
La Dinamo ha difeso con cattiveria ed ordine ed ha preso il largo all’inizio del secondo tempo, imponendo alti ritmi e buone scelte in attacco.
L’asse play-centro del mercato di riparazione ha cambiato la storia della stagione e del Banco di Sardegna, che sembra destinata ad un ruolo di mina vagante nella fase calda del campionato.

 

Dinamo Sassari 94 – Cez Nymburk 72

Parziali: 20-23; 22-18; 29-13; 23-18.

Progressivi: 20-23; 42-41; 71-54; 94-72.

Dinamo Sassari. Bell 16, Lacey 18, Devecchi 2, D’Ercole 3, Sacchetti 3,
Lydeka 9, Savanovic 9, Carter 3, Stipcevic 20, Lawal 11, Ebeling, Monaldi .
All. Federico Pasquini.

Cez Nymburk. Allen 14, Benda 2, Hruban 5, Welsch 12, Lawrence 9, Peterka,
Holt, Simpson 13, Meier 2, Sant Roos 15, Kris.

All. Ronen Ginzburg

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons
error: