È un Banco Shawn

È un Banco Shawn

Share Button

vl-pesaro-dinamo-2014-5È stato un one man Shawn.

Uno straripante Lawal ha consentito quasi da solo la conquista dell’insidioso parquet di Pesaro, contro una Consultinvest indomita e priva di complessi reverenziali nei confronti della blasonata avversaria.
Il lungo sassarese ha sciorinato un repertorio straordinario, fatto di tanti punti e percentuali mostruose da due, sei stoppate e lo sbalorditivo corredo di sedici rimbalzi. Sull’altro fronte è stato decisamente all’altezza della situazione il bravo Judge, che ha affrontato con determinazione ed ottimi risultati la difesa di un Banco impreciso dalla distanza e confusionario. Il play Wright è di tutto rispetto, mentre hanno deluso le ali Ross e Lorant, e non hanno impressionato Musso e Raspino.Gli uomini di Sacchetti hanno disputato un match preoccupante, del quale salviamo solo il risultato.
Solo gli ultimi minuti del quarto conclusivo hanno permesso alla squadra isolana di non cadere nella trappola marchigiana.
Ma Logan ha dato segnali di risveglio solo con una grande tripla finale, dopo una prova abulica; e Dyson è tornato alle sue lune dei primi tempi, con qualche buona iniziativa. Opache le prove di De Vecchi e Sacchetti, Sosa e Mbodj.
Il solo Brooks e qualche lampo di sanders hanno tenuto in piedi la baracca, ma Meo non è affatto contento di questa sofferta vittoria e guarda al futuro.
Bisogna acchiappare e superare Reggio Emilia e venezia nella classifica della regular season, per evitare il letale incrocio di Milano in un’eventuale semifinale di play-off. La Dinamo vera è un’altra cosa: ed è attesa ad un parziale riscatto dai prossimi turni.

 

VL Pesaro 71 – Dinamo Banco di Sardegna 75

( 19-18, 11-18, 19-16, 22-23)

Dinamo Sassari– Logan 6, Sosa 4, Formenti, Sanders 11, Devecchi, Lawal 23, Chessa, Dyson 17, Sacchetti, Mbodji 6, Vanuzzo, Brooks 8. All. Meo Sacchetti.

Consultinvest Pesaro- Ross 9, Myles 17, Basile, Musso 2, Wright 18, Raspino 2, Judge 19, Crow, Tortù, Lorant 4. All. Riccardo Paolini

Arbitri: i signori: Martolini, Rossi e Weidmann.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons