Dinamo a pieni punti: vittoria chiama vittoria

Dinamo a pieni punti: vittoria chiama vittoria

Share Button

Foto: Luigi Canu

Nulla può Pesaro contro una Dinamo con carattere da vendere, che conquista le seconda vittoria consecutiva in campionato. 99-79 il risultato finale. Evans straripante mette a segno 20 punti e 9 rimbalzi

 

Seconda giornata del campionato LBA 2019-2020, prima gara casalinga per i giganti che debuttano al PalaSerradimigni. Una serata di gara ma anche di celebrazioni, con l’apposizione dello stendardo della seconda Supercoppa della storia del Club e i festeggiamenti per il capitano Jack Devecchi, che con quella di oggi firma 600 partite in biancoblu, nella sua quattordicesima stagione a Sassari.

Coach Pozzecco manda in campo Spissu, Bilan, Evans, Pierre e Vitali, Perego risponde con Barford, Drell, Mussini, Lydeka, e Thomas. I giganti partono costruendo subito il vantaggio grazie alle triple di Evans e Spissu, gli uomini di coach Perego recuperano con pazienza con Thomas dall’arco e con l’importante contributo dell’ex biancoblu Lydeka che firma la parità. Si va avanti punto a punto, la tripla di Miaschi per il sorpasso costringe Pozzecco al timeout. La difesa Pesaro rende difficoltoso l’attacco biancoblu che riesce comunque a trovare soluzioni per riportare la testa avanti e chiudere i primi dieci minuti di gioco sul 20-19.

Botta e risposta Mussini-Jerrells dall’arco, il play avversario con una bomba e tiro aggiuntivo su fallo di Gentile scrive il controsorpasso. E’ ancora sfida punto a punto con Jerrells e McLean da una parte e Mussini dall’altra. Dopo la chiamata al minuto i biancoblu tornano in campo pronti a colpire con Evans e Gentile per guadagnare 7 lunghezze di vantaggio, questa volta è timeout Pesaro. Negli ultimi 3′ del primo tempo i ragazzi di Pozzecco mettono a segno la spallata con un parziale di 7-0 a firma Gentile-Bilan. La palla recuperata di Spissu con il passaggio coast-to-coast a Pierre già dall’altra parte del campo porta agli spogliatoi sul 50-34.

E’ ancora Mussini per la Vuelle ad aprire la frazione dall’arco, Vitali risponde con un 3+1 ed è sempre lui a firmare un 2+1 e una rubata per il contropiede in solitaria del +17. La difesa Dinamo concede ben poco, l’attacco ora ispirato da Evans incrementa ancora il vantaggio, il play avversario e il suo compagno Drell riescono ad approfittarne dalla lunga, Totè dà il suo ottimo contributo ma il divario rimane profondissimo. Dopo 30′ il punteggio è 75-56.
Negli ultimi 10′ di gioco l’attacco Pesaro si affida alle bombe di Barford e Zanotti, McLean con un gioco da 3 e la bomba di Gentile spengono immediatamente l’entusiasmo e Perego chiama i suoi al minuto. Capitan Devecchi si iscrive a referto nella sua seicentesima partita in biancoblu con una tripla per il +23. Mussini e compagni non riescono più a tenere il ritmo, gli ultimi minuti si consumano a colpi di triple e il match si chiude 99-79.

 

Parziali: 20-19; 30-15; 25-22; 24-23
Progressivi: 20-19; 50-34; 75-56; 99-79

 

Dinamo Banco di Sardegna 99- Carpegna VL Pesaro 79

 

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 9, McLean 13, Bilan 7, Re 1, Bucarelli, Devecchi 3, Evans 20, Magro, Pierre 10, Gentile 14, Vital 11, Jerrells 11. Coach Gianmarco Pozzecco

 

Carpegna VL Pesaro. Barford 8, Drell 10, Mussini 27, Miaschi 5, Eboua, Lydeka 6, Basso, Thomas 11, Totè 9, Zanotti 3. Coach Federico Perego

 

Arbitri i signori Manuel Attard, Fabrizio Paglialunga, Guido Giovannetti

La sala stampa. 

Coach Federico Perego:

“Faccio i doverosi complimenti a Sassari per la Supercoppa e per la partita di oggi, in questo momento Sassari è più forte di noi e l’ha dimostrato sul campo. Noi abbiamo lottato con tutto quel che avevamo, finché siamo rimasti attaccati la fiducia non ci è mancata, poi si è creato il gap e ci siamo disuniti. Ogni giorno dobbiamo cercare di aumentare la nostra competitività contro squadre di questo calibro poi è chiaro che noi e la Dinamo faremo due campionati differenti”.

Coach Gianmarco Pozzecco:
“Mi preme parlare del Devecchi day condito dalla celebrazione della Supercoppa, noi sportivi dobbiamo vivere di queste cose, celebrando chi ha costruito una carriera come quella di Jack improntata sul sacrificio e sulla lealtà sportiva. Lui ormai è sardo, è l’uomo Dinamo per eccellenza, ce ne sono stati altri e ce ne saranno altri ma penso che Jack Devecchi entri di diritto nella storia di questa società e dobbiamo essere orgogliosi di averlo al nostro fianco. Io continuo ad utilizzarlo con il contagocce ma vi garantisco che ho una stima infinita di lui e penso sia una figura insostituibile della mia squadra. Jack è fondamentale per il mio ruolo e in più si allena con ferocia e professionalità, è una fortuna per Spissu e Bucarelli vivere la loro quotidianità accanto ad uno come lui. Parlando della partita facciamo i complimenti a Pesaro e a Federico Mussini, la squadra era stanca dopo l’ultima settimana con quattro partite sulle gambe, stiamo costruendo, è un campionato equilibrato e i risultati di oggi lo dimostrano, alla lunga le squadre forti usciranno ma noi proveremo ad essere la sorpresa”. Dwayne Evans:”E’ stata una bella vittoria per noi, abbiamo fatto qualche errore soprattutto nella prima parte di gara ma nel secondo tempo abbiamo creato da subito il gap e l’abbiamo portata a casa. Mi piace giocare in questa squadra, tutti ci tengono, i quaranta minuti sul campo volano. Non penso sia cambiato qualcosa dalla preseason ma semplicemente ci conosciamo meglio e le sconfitte del precampionato sono servite per crescere e, ad esempio, per portare a casa due partite importanti all’overtime come quella di Supercoppa”.

 

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons