COSA SUCCEDE IN CITTÀ

Share Button

Ottavio Sanna racconta Sassari che investe nello sport, tempo libero e periferie

Abbiamo incontrato l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Sassari Ottavio Sanna nel giorno del suo compleanno.
L‘occasione forse non è quella giusta. «Lavoro anche oggi» dice senza scomporsi e con la consueta disponiblità. L’obiettivo è quello di capire e fare il punto della situazione sullo stato dei progetti di riqualificazione che interessano gli impianti sportivi della città di Sassari.
L’assessorato ha avviato in questo mandato vari progetti con la prerogativa, neppure tanto velata, di dare dei segnali forti e concreti. «Progetti ambiziosi nonostante la limitata disponibilità delle casse comunali. Abbiamo fatto di “necessità virtù” puntando giocoforza sul risparmio di vecchie convenzioni per rilanciare l’impiantistica sportiva e lo sport a Sassari come valore sociale e di aggregazione. Un progetto a cui abbiamo cercato di dare una programmazione e una progettazione ad “ampio respiro”, partendo dalla riqualificazione di strutture polivalenti che potessero ospitare più discipline.»
Grandi impianti come il Palaserrademigni di p.zzale Segni ma anche di ridotte dimensioni come ad esempio il campo di calcetto nella borgata di La corte. «Una programmazione – continua l’Assessore Ottavio Sanna – per dare un segnale  sopratutto alle periferie e alle borgate della città.»
Sono infatti previsti interventi a Tottubella, Palmadula, La Corte, Campanedda e nei quartieri di Monte Rosello, Baddimanna, Carbonazzi, Luna e sole, Latte dolce, Santa Maria di Pisa, Rizzeddu e Sant’Orsola. Un primo banco di prova si è avuto con la riqualificazione della pista di atletica dello storico Stadio dei Pini che appena terminati i lavori è diventato nuovamente il punto di riferimento dei tanti sportivi, coinvolgendo tutte le fasce d’età, dai bambini agli adulti.


«In questo momomento sono state inoltre avviate tutte le gare per le progettazioni – definitive ed esecutive – dei vari impianti e con un cronoprogramma che prevede l’avvio dei progetti entro l’estate.»
Valorizzare il tempo libero e sopratutto dare strutture di qualità a norma e sicure per tutte le societa sportive del territorio con l’obietitvo di favorire gare ed eventi di carattere nazionale e internazionale con la prospettiva reale di un beneficio sull’indotto. Un diversivo per aiutare la riqualificazione della città dal punto di vista turistico.
Il Parco Inclusivo realizzato nel centro sportivo di “Monte Rosello Alto” è un’altra delle prossime sfide.
«A breve sarà realizzato il progetto esecutivo ed entro l’estate saranno avviati i lavori. Un progetto d’integrazione tra sport e sociale con un occhio particolare ai diversamente abili»

Pin It

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.