COMBATTENTI FINO ALLA FINE

COMBATTENTI FINO ALLA FINE

Share Button

La Dinamo cade a testa alta contro la Reyer per 85-89

 

Foto: Ufficio Stampa Dinamo Basket

Al PalaSerradimigni, per la 14° giornata di ritorno del campionato, si è vista una Dinamo combattiva ed orgogliosa, nonostante la sconfitta contro gli avversari veneziani. I giganti, che hanno voluto celebrare la vigilia della partenza del Giro d’Italia indossando la maglia rosa, hanno perso il match per 85-89 contro la Reyer Venezia nell’ultima partita casalinga della regular season, ma come sempre hanno dato dimostrazione della loro forza in campo e hanno chiuso a testa alta, investiti dagli applausi dei tifosi.

Favolosi Gani Lawal, che si aggiudica 22 punti con 10/13 da due, 8 rimbalzi e 29 di valutazione totale nei suoi 26’ in campo e Rok Stipcevic, che nel secondo tempo ha totalizzato 23 punti, 5 rimbalzi e 4 assist per un totale 21 di valutazione. Anche Lighty e Bell fanno la loro bella figura: entrambi portano a casa 15 punti. Hrvoje Peric è stato uno dei migliori: 27 punti in totale, 10 dei quali realizzati in soli 3’ al terzo quarto.

Prima della palla a due, lo storico presidente Dino Milia ha consegnato a Federico Casarin, bandiera del Banco di Sardegna dal 1991 al 1996 e oggi presidente della Reyer Venezia, la medaglia celebrativa della All of Fame biancoblu. Ospite d’eccezione nel parterre del PalaSerradimigni Evan Turner: il giocatore dei Portland Trail Blazers è arrivato in Sardegna per sostenere l’amico David Lighty.

Il coach Federico Pasquini commenta la gara in sala stampa: “Partita segnata all’inizio del secondo quarto co il parziale di 20 a 2 che ha vanificato tutto quello che avevamo fatto nella primo quarto. A quel punto ci siamo un po’ disuniti anche se poi c’è stata la reazione e la risalita dal -17. Alla fine un po’ di mancanza di lucidità forse dovuta alla stanchezza ha fatto la differenza nella lotta finale. Complimenti a Venezia, che ha fatto una grande partita, abbiamo giocato con una squadra che non a caso è seconda e che arrivava affamata dalla sconfitta nelle Final Four. A mio parere la squadra ha lottato senza mai mollare per 35 minuti con i 5 minuti di inizio secondo quarto pagati cari. Lavoreremo per capire cosa ha portato al quel break, cercheremo di recuperare gli infortunati e di andare a Caserta al meglio”.

 

Dinamo Sassari  85 –  Umana Venezia 89

Parziali: 30-20; 10-29; 28-28; 17-12.

Progressivi: 30-20; 40-49; 68-77; 85-89.

Dinamo Sassari. Bell 15, Devecchi 2, D’Ercole, Sacchetti 4, Lydeka,
Savanovic, Carter 4,  Stipcevic 23, Lawal 22, Lighty 15, Ebeling, Monaldi .
All. Federico Pasquini.

Umana Venezia. Haynes, Hagins 4, Ejim 12, Peric 27, Stone 10, Bramos 5,
Tonut 8, Taddeo, Filloy 14, Ress 5, Ortner 4, Viggiano. All. Walter De
Raffaele.

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Show Buttons
Hide Buttons